Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ferdinando Citterio

Libri dell'autore

La «grande crisi» come crisi del sistema? Gli echi nella «Quadragesimo anno» digital
formato: Articolo | BOLLETTINO DELL'ARCHIVIO PER LA STORIA DEL MOVIMENTO SOCIALE CATTOLICO IN ITALIA - 2011 - 1-2
Anno: 2011
F. Citterio, La «grande crisi» come crisi del sistema? Gli echi nella «Quadragesimo anno» Nella relazione viene percorso il cammino che portò all’elaborazione dell’enciclica sociale di Pio XI. Un primo testo venne richiesto al gesuita Angelo Brucculeri nel 1925. Avvicinandosi il quarantesimo anniversario della Rerum novarum, il papa si rivolse a una persona di assoluta fiducia, il preposto generale dei gesuiti, il padre polacco Wlodimir Lodóchowskj, che affidò l’incarico di predisporre un nuovo testo al gesuita tedesco Oswald von Nell-Breuning. Un’ulteriore redazione venne predisposta dal gesuita francese Gustave Desbuquois. Nel saggio si esamina la struttura dell’enciclica e si ricorda la richiesta del pontefice di inserire due pagine di suo pugno sul fascismo italiano. L’autore infine accenna alle reazioni che seguirono alla pubblicazione della Quadragesimo anno. In this essay, the author reconstructs the course of events which led to the drafting of Pius XI’s social encyclical. The Jesuit Angelo Brucculeri was asked to do the first text in 1925. As the 40th anniversary of Rerum novarum was approaching, the Pope asked the Polish clergyman Wlodimir Lodóchowskj, Superior General of the Jesuit order, who had the Pope’s complete confidence. Lodóchowskj then charged the German Jesuit Oswald von Nell-Breuning with writing a new text. A further drafting was written by the French Jesuit Gustave Desbuquois. In this essay, the author examines the structure of the encyclical and recalls the Pope’s wish of adding two pages on Italian Fascism, written with his own hand. Lastly, reactions that followed the publication of Quadragesimo anno are included.
€ 6,00